Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli COLLEZIONARE IL PICCOLO PRINCIPE

COLLEZIONARE IL PICCOLO PRINCIPE

COLLEZIONARE IL PICCOLO PRINCIPE
Jean-Marc Probst dialoga con Federico Maggioni

MARTEDÌ 6 DICEMBRE, ORE 18.30
Sala di Consultazione

La Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli prosegue il programma di approfondimento dedicato al tema del collezionismo presentando Jean-Marc Probst, il più grande collezionista del capolavoro di Antoine de Saint-Exupéry, in un dialogo con l’illustratore Federico Maggioni, profondo conoscitore dell’opera dello scrittore francese.
Il Piccolo Principe è uno dei testi più tradotti al mondo dopo la Bibbia e il Corano e da anni Jean-Marc Probst ne colleziona le edizioni in tutte e lingue e contribuisce lui stesso alla realizzazione dei nuove pubblicazioni, anche attraverso la “Fondazione Jean-Marc Probst per il Piccolo Principe” da lui fondata a Losanna nel 2013 (http://www.petit-prince-collection.com; http://www.fondation-probst-petit-prince.com).

Tutto ha avuto inizio nel 1980, quando a 24 anni Jean-Marc Probst, studente al Politecnico di Zurigo, fa un viaggio di sette mesi in tutto il mondo. Durante questa esperienza, racconta Probst, «ho notato che Il Piccolo Principe era tradotto in tantissimi idiomi. Mi affascinava molto – per esempio – vedere la copertina del libro in arabo e giapponese, due esemplari che ho portato a casa con me. Gli anni seguenti alcuni amici hanno cominciato a regalarmi nuove copie, facendo così crescere la mia piccola collezione».
Ma è soprattutto da una quindicina d’anni, quando le possibilità offerte da Internet hanno facilitato notevolmente la comunicazione e gli scambi tra i collezionisti sparsi nei quattro angoli del globo, che la collezione si è ampliata fino a divenire la più completa al mondo.
Al momento la collezione è costituita da più di 5400 documenti, di cui più di 4000 sono libri che contengono il testo integrale de Il Piccolo Principe. A questi si aggiungono 260 pubblicazioni dedicate a Antoine de St-Exupéry; 280 libri che approfondiscono il testo da diversi punti di vista, psicologici o pedagogici e testi esplicativi sull’opera; 70 fumetti e 230 libri per bambini piccoli che non contengono il testo completo, ma spesso custodiscono magnifici disegni; 170 CD / CDR / DVD e poi ancora 70 dischi in vinile e 90 nastri audio o video (VHS). Inoltre, la collezione comprende più di 200 riviste e articoli di giornale che parlano del Piccolo Principe e una trentina di locandine di spettacoli teatrali messi in scena in tutto il mondo.
La collezione include numerosi esemplari di grande valore e molto rari, tra questi ci sono le edizioni originali pubblicate nel 1943 a New York e quelle numerate e firmate da St-Exupéry – compresa una prima edizione francese dal 1945 dedicata da Consuelo, la moglie dell’autore.
“Ma il libro che ha il valore più grande per me – racconta Probst – è quello ricevuto in dono dai miei tre figli Luca, Nicola e Andrea per il mio 50° compleanno nell’aprile del 2006. Mi hanno regalato una traduzione del Piccolo Principe che non esisteva ancora: una versione in dialetto ticinese, a cui sono riuscito a trovare un editore e che ora è un oggetto di culto per i collezionisti”.

Jean-Marc Probst è un imprenditore svizzero. Membro del Consiglio d’amministrazione di Switzerland Global Enterprise dal 2012, è CEO e Presidente del CdA di Probst Group Holding SA, Crissier. Ha conseguito la laurea in ingegneria presso la Haute Ecole d’Ingénierie e de Gestion du Canton de Vaud e il Politecnico di Zurigo. Jean-Marc Probst è inoltre vice-presidente del Consiglio d’amministrazione della CSS Assicurazione di Lucerna e membro del Consiglio strategico della Camera vodese del commercio e dell’industria (CVCI).

Federico Maggioni, grande appassionato dell’opera di Saint-Exupéry, è uno dei più prestigiosi illustratori italiani. Grafico e giornalista, è stato art director del «Corriere dei Piccoli» e del «Corriere dei Ragazzi». Negli anni Ottanta è stato responsabile grafico del gruppo editoriale Bompiani-Sonzogno-Fabbri e come autore ha pubblicato con le principali case editrici italiane. Le sue tavole sono apparse su periodici e quotidiani nazionali ed è stato consulente per l’immagine editoriale per Ipsoa, Sole 24 ORE Libri, Pirola, Mythos Arké. Due volte vincitore del Premio Andersen per l’illustrazione (1986 e 2007), Maggioni è stato insignito anche della Plaque Bib alla Biennale d’illustrazione di Bratislava nel 1993 e della Menzione al Bologna Ragazzi Award del 2007.

Il libro e l’autore
Antoine de Saint-Exupéry è nato nel 1900 a Lione in una famiglia aristocratica e cattolica. Durante il primo dopoguerra fu pilota militare e in seguito pilota civile. Mobilitato allo scoppio della seconda guerra mondiale, dopo l’occupazione della Francia si trasferì a New York, e negli anni 1943-44 compì varie missioni belliche. Il 31 luglio 1944 decollò dalla Corsica, ma non fece più ritorno. Nei suoi scritti Antoine de Saint-Exupéry ha trasposto la propria esperienza di pilota militare e civile, sublimandola in una meditazione sulla vita. Il suo nome è legato soprattutto alla favola allegorica – da lui stesso illustrata – Le petit prince (Il Piccolo principe), pubblicato per la prima volta a New York nel 1943. Giunto sulla Terra da un pianeta lontano, il piccolo principe – immagine metaforica del fanciullo che sopravvive nell’uomo – soccorre l’aviatore e ne è a sua volta soccorso, condividendo con lui le stesse esperienze. Tra le altre opere di Saint-Exupéry figurano Vol de nuit (1931), Terre des hommes (1939), Pilote de guerre (1959).

Jean-Marc Probst, avec sa collection personnelle de livres de la "Petit Prince". Photographié dans sa maison avec une chambre juste pour la grande collection.          Photo © Darrin Vanselow for the L'illustre

Jean-Marc Probst, avec sa collection personnelle de livres de la “Petit Prince”. Photographié dans sa maison avec une chambre juste pour la grande collection. Photo © Darrin Vanselow for the L’illustre

Ingresso libero fino ad esaurimento posti
Per info e prenotazioni:
011.0062713; segreteria@pinacoteca-agnelli.it

Senza nome
Le Conversazioni sul Collezionismo sono consultabili online gratuitamente sul sito di Johan&Levi.

I volumi dei Quaderni del Collezionismo 1-2-3-4-5 rimangono disponibili per l’acquisto sugli store online.

-->